Disotturazione dei tubi: come e quando farla

Disotturazione dei tubi: come e quando farla

Le tubature degli impianti idraulici domestici spesso possono necessitare, nonostante la manutenzione periodica, di una manutenzione speciale e di una disotturazione. Il problema dell’otturazione, che si può presentare nei tubi del bagno, della cucina o di altre zone dell’abitazione, deve essere risolto nel minor tempo possibile, al fine di evitare allagamenti o, nei casi più gravi, la rottura delle tubature stesse.

Se vuoi scoprire come effettuare la disotturazione dei tubi continua a leggere questa guida.

Disotturazione dei tubi: cosa fare?

Alla base dell’otturazione delle tubature vi sono cause diverse, ognuna delle quali va trattata con modalità e prodotti specifici al fine di evitare che la situazione peggiori, costringendoci a chiedere l’aiuto di un esperto.

La più frequente è l’otturazione da calcare. Per capire se ti trovi in questa situazione, fai caso a questi tre fattori: il flusso dell’acqua diventa sempre più debole mentre scorre del rubinetto o mentre fai la doccia, si notano depositi di calcare negli impianti sanitari, in modo particolare nei rubinetti, e l’evacuazione delle acque reflue sembra essere sempre più difficile.

Questi problemi possono essere legati alla presenza di un tubo, o più di uno, incrostato dal calcare, la cui presenza può essere stata favorita dallo scorrere della stessa acqua calda. Se ti trovi in questa situazione puoi procedere in autonomia utilizzando uno di questi metodi:

  • Utilizza l’acqua bollente demineralizzata per eliminare l’incrostazione dovuta al calcare. È molto semplice: metti a bollire un litro d’acqua e versala all’interno del tubo, ripetendo, se necessario, più volte la procedura; questa soluzione ha il vantaggio di essere economica e non inquinante.
  • Un altro rimedio pensato nel rispetto dell’ambiente è dato dalla miscela composta da aceto e bicarbonato. Versa un bicchiere di bicarbonato nel tubo e, subito dopo, in ordine, mezzo litro di aceto di vino bianco e dell’acqua bollente: grazie alla reazione chimica che si crea, l’ostruzione viene rapidamente eliminata.
  • Acquista al supermercato un anticalcare per i tubi, facendo attenzione a sceglierne uno che non sia corrosivo.
  • Utilizza la soda caustica per pulire le tubature. Ti raccomandiamo di ricorrere solo in caso di estrema necessità a questo metodo poiché la soda caustica è sì molto efficace, ma anche molto inquinante per l’ambiente e pericolosa per la salute di chi la maneggia.


Anche in questo caso, però, se credi di avere a che fare con un’ostruzione grave rivolgiti ad un professionista che procederà alla disotturazione dei tubi in modo adeguato e senza che i sanitari riportino alcun danno.

Disotturazione dei tubi: come e quando farla

L’altra causa principale di otturazione è la presenza di materiali organici, come capelli, cibo o saponi: spesso si tratta di intasature lievi che possono essere eliminate utilizzando i prodotti per la pulizia dei tubi che si trovano in commercio, facendo anche in questo caso attenzione a scegliere prodotti non corrosivi per non compromettere l’integrità dei tubi e dei sanitari. Considera che, se non intervieni con tempestività, la disotturazione diventerà più complessa da trattare e richiederà l’intervento di un idraulico.

Le tubature possono otturarsi anche a causa della presenza di elementi esterni: se non sei a conoscenza del tipo di elemento in questione e delle dimensioni dell’otturazione ti consigliamo di rivolgerti ad un professionista che, dopo aver compreso l’entità del problema grazie ad una video ispezione, pulirà la tubatura con una sonda e, infine, con una pompa disostruente.

Come disotturare lo scarico della cucina

Lo scarico della cucina è soggetto quotidianamente ad otturazione a causa del cibo che, durante il lavaggio dei piatti, finisce nel lavandino. Per la disotturazione dei tubi possiamo servirci di prodotti naturali fatti in casa, di uno sturalavandini a ventosa o di prodotti chimici non corrosivi.
Se l’acqua non riesce più a defluire contatta un idraulico che interverrà tempestivamente seguendo la procedura che abbiamo indicato sopra.

Come disotturare il WC

Se devi, invece, disotturare il WC la procedura da seguire è leggermente diversa: innanzitutto aspira con una ventosa o un aspira-tutto l’acqua ristagnante e, successivamente, rimuovi ciò che limita o impedisce lo scarico dell’acqua. Il WC è molto spesso più complesso da disostruire, dunque ti consigliamo di considerare l’uso di prodotti chimici o il coinvolgimento di un idraulico.

Il fastidioso problema dei lavandini otturati può creare disguidi e nervosismi: speriamo che questa breve guida ti abbia aiutato a risolvere il problema in poche e semplici mosse, riportando le tue tubature alla loro efficienza originale.

Disotturazione tubi come risolvere il problema

Se hai un problema di ostruzione dei tuoi tubi abbiamo un servizio con un operaio specializzato. Puoi chiamarci e chiedere un appuntamento con Idraulico Roma, in modo tale da eliminare direttamente il problema alla radice e poter dormire sonni tranquilli.